Chi siamo

Siamo un movimento di cittadini comuni, impegnati nella missione di realizzare la tanto sognata trasparenza elettorale in Brasile. I collaboratori di questa missione, sono composti da rappresentanti della Giurisprudenza (avvocati, procuratori, procuratori e magistrati); dall'Informatica, Giornalismo, Educazione, ad altre svariate attività professionali. Tutti motivati per un unico obiettivo: fare in modo che questa e le future generazioni brasiliane non rimangano ostaggio dell'oscurità del sistema, che possano votare con fiducia, fiducia e la certezza che il voto non è stato dirottato da truffatori, da oggi , nelle macchine per il voto esclusivamente virtuali, i truffatori possono muoversi invisibilmente e impunemente, senza lasciare traccia.

Dr. Modesto Carvalhosa - Avvocato

Avvocato, professore di diritto in pensione all'USP. Autore di diversi libri, oltre ad essere conosciuto a livello nazionale per la sua forte performance nell'agenda anticorruzione e trasparenza elettorale.

Amilcar Brunazo - Ingegnere

Specialista in sicurezza dei dati e voto elettronico, è sul campo da oltre 20 anni ed è riconosciuto come una delle principali autorità in materia, avendo fornito numerosi servizi di consulenza al Congresso, competenze tecniche, tra gli altri. È membro del CMIND e ha partecipato all'unico audit elettorale indipendente mai condotto in Brasile.

Dr. Augusto Zimmermann - Giurista

Avvocato di fama mondiale, risiede in Australia, dove insegna nelle università ed è stato eletto uno dei dodici avvocati più importanti del paese. Viene sempre in Brasile per parlare ed è membro dell'Istituto Federalista.

Dr. Hugo César Hoechl - Professore, Imprenditore

PHD in Intelligence Applicata e postdoctoral in Electronic Government. Era un pubblico ministero, procuratore federale ed è un'autorità sull'applicazione della Legge di Benford, uno studio matematico di uso mondiale, in grado di identificare incongruenze elettorali.

Felipe Gimenez - Procurador MS

Dr. Felipe Gimenez - Avvocato

Avvocato e procuratore dello Stato del Mato Grosso do Sul, è noto a livello nazionale per la sua eccezionale difesa al diritto di controllo elettorale pubblico, partecipando ad ampi dibattiti al Congresso, sulla stampa e ad eventi legati all'argomento.

Thomas Korontai - Uomo d'affari

Fondatore del Movimento e dell'Istituto Federalista. È autore del saggio di una nuova costituzione brasiliana (1994). Coord. Convergenze della coalizione nazionale. Scrittore, relatore e editorialista. È stato riconosciuto per la sua difesa della trasparenza elettorale.

Dr. Ivomar Schuler - Amministratore

Specialista in gestione e sviluppo regionale, autodidatta in filosofia, relatore, editorialista e vicepresidente dell'Istituto Federalista.

Dr. Rose Kalluf - Giornalista, avvocato

Giornalista affiliato a Fenaj e alla International Federation of Journalism. È anche avvocato con una laurea specialistica in Scienze Politiche. In PR ha lavorato come giornalista per l'Assemblea Legislativa per 15 anni, oltre a presiedere l'Unione degli Avvocati dello Stato.

Dr. Maurício dos S. Pereira - Avvocato

Direttore dell'UNAB - Union of Lawyers of Brazil e Instituto Inovação Social. Prof. Diritto dei consumatori, con diversi diplomi post-laurea, oltre a certificazioni in diritto ambientale e gestione pubblica.

E siamo anche l'estensione di intrepidi combattenti, che ancora negli anni '90,
hanno iniziato ad avvisare le nuove generazioni della battuta d'arresto elettorale in Brasile.

Agradecimento em nome de milhões

Ringraziamenti speciali a Prof. Pedro Rezende, per i suoi innumerevoli studi, interviste, articoli pubblicati e instancabile presenza che ha portato luce al Congresso - ora in pensione. Dott.ssa Maria Cortiz, la voce lucida e incrollabile che denuncia frodi, programmi sospetti e insicurezze in tutto il Brasile, che ora risiede in Portogallo. Dr. Diego Aranha, genuina eredità del suo insegnante Pedro Rezende, che ora vive in Danimarca. Amilcar Brunazo, un gigante nella conquista e somma di forze, continuamente attivo da tutti noi. Ringraziamo tutti i valorosi lungo viaggio, che ha aggiunto una voce all'ardua sfida per la libertà di voto (non) sicuro. Sarebbe impossibile nominare tutti qui.

Ultimo e non meno importante, ringraziamo anche il parlamentari che ha agito e agisce ancora in modo aggressivo per riconquistare la trasparenza perduta. Per 424 deputati e senatori federali che hanno garantito la Legge sul voto stampato nel 2015 e hanno avuto le loro prerogative e la nostra rappresentatività invase, mancata di rispetto - per la terza volta dal 2002.
Lascia che cerchino un modo per materializzare l'ultima parola! Dopo tutto, chi, se non poteri eletti, rappresenta la legittima espressione della sovranità popolare? Per quanto tempo un mero servizio elettorale non sarà mai eletto - e che dovrebbe servire solo - superare la volontà di milioni di persone?

Pela Transparência Eleitoral

Siamo tanti, siamo milioni di cittadini, di tutti i colori, classi e regioni del Brasile.

Ulteriori informazioni sulla trasparenza elettorale

Il nostro spazio si propone di esprimere opinioni e studi scientifici di specialisti del voto elettronico, oltre alla visione di personalità del mondo giuridico, giornalisti e parlamentari, impegnati nel recupero della trasparenza elettorale brasiliana.

Tutti capiscono che la sicurezza del voto è andata persa più di 20 anni fa, da quando la cittadinanza è stata rimossa dalla conferenza del voto e dal controllo dello spoglio, per essere sostituita da strane mani che controllano i byte - protette dall'invisibilità.

Per questo, in tempi di attacchi alla LIBERTÀ DI ESPRESSIONE con il nebuloso pretesto della caccia Notizie false - quando i fatti sono distorti o l'opinione pubblica criminalizzata -, dobbiamo sottolineare il nostro impegno esclusivo verità, attraverso fatti e fonti affidabili. E un fatto indiscutibile è: “Le elezioni sono l'unico evento del pianeta, dove non possono esserci dubbi e insicurezze, solo certezze e fiducia”.

Sfortunatamente, con l'elettore tenuto in ostaggio da oscure urne elettroniche di prima generazione, che infrangono Principio Costituzionale della pubblicità e prevenire audit indipendenti, non è quello che abbiamo visto in Brasile da molto tempo. Non a caso la sfiducia è diffusa, come dimostrano solide e indiscutibili ricerche:  Il 92% dei brasiliani non si fida delle macchine per il voto elettronico e la maggior parte non si fida di  conteggio dei voti.

Poiché il nostro focus è sulla trasparenza e sulla sicurezza elettorale, la missione è vedere il paese riallineare il proprio processo di voto con le democrazie del mondo, che danno il controllo ai legittimi protagonisti (elettori / partiti) e piena fiducia nel SUFFRAGGIO UNIVERSALE - principio democratico famoso, ma che ha anche importanti tappe soppresse per i brasiliani. Capisci perché qui.  

Supporto istituzionale